Contenuto principale

Messaggio di avviso

 

Tempo Scuola 40 ore/25 oreCAMPI DI ESPERIENZAMETODO MONTESSORI
D.lgs. n.59 del 19 Febbraio 2004 Capo I art. n. 1 – 2 – 3
  • Il sé e l’altro.
  • Corpo, movimento e salute.
  • Linguaggi, creatività, espressione.
  • La conoscenza del mondo.
Le sezioni di Scuola dell’Infanzia ad indirizzo didattico differenziato seguono le indicazioni del curricolo che vanno ad integrare la normativa già in vigore ispirandosi ai principi del metodo Montessori attraverso l’utilizzo di materiali strutturati.

Nella Scuola dell’Infanzia i Campi di Esperienza riguardano:

IL SÉ E L’ALTRO.

L’area nella quale si determina l’apertura del bambino all’altro, non rinunciando alla propria unicità, ma affermandola attraverso il processo di interazione con gli altri.

  1. Rafforzamento dell’identità e della stima di sé
  2. Consapevolezza e rispetto dell’altro
  3. Saper lavorare in gruppo verso un obiettivo comune
  4. Conoscenza della propria realtà territoriale e confronto con quella di altre situazioni lontane e vicine
  5. Consapevolezza dei propri stati emozionali e capacità di esprimerli

IL CORPO, MOVIMENTO, SALUTE.

La progressiva acquisizione delle capacità senso-percettive, il graduale formarsi della sicurezza motoria, l’instaurarsi di relazioni spazio-temporali, offrono la possibilità di muoversi con disinvoltura nella realtà familiare prima e sociale poi.

  1. Coscienza del proprio schema corporeo
  2. Utilizzo consapevole del proprio corpo
  3. Maturazione di competenze di motricità fine e globale
  4. Autonomia nella cura della propria persona e degli oggetti personali di uso quotidiano
  5. Rispetto per l’ambiente ed acquisizione di un comportamento corretto nei confronti della natura e degli ambienti utilizzati giornalmente.

LINGUAGGI, CREATIVITÀ, ESPRESSIONE

“I bambini apprendono a comunicare verbalmente, a descrivere le proprie esperienze ed il mondo, a conversare ed a dialogare, a riflettere sulla lingua, e si avvicinano alla lingua scritta: attraverso la conoscenza e la consapevolezza della lingua materna e di altre lingue consolidano l’identità personale e culturale e si aprono verso altre culture.(*)” Imparano inoltre a distinguere tra regno della parola, dell’immagine, del disegno e della scrittura, tra significante e significato.

  1. Rafforzamento delle capacità di comprensione, espressione e comunicazione
  2. Giusta predisposizione all’ascolto ed all’attenzione
  3. Arricchimento del proprio vocabolario
  4. Comprensione ed uso consapevole dei diversi “linguaggi” (iconici, sonoro-musicali, mas-mediali …)
  5. Sviluppo di una creatività ordinata e produttiva
  6. Sperimentazione di diverse tecniche “produttive” di messaggi per una visualizzazione degli stili e dei gusti personali, contro ogni tipo di stereotipia.

CONOSCENZA DEL MONDO

“I bambini esplorano la realtà, imparando ad organizzare le proprie esperienze attraverso azioni consapevoli quali il raggruppare, il comparare, il contare, l’ordinare, l’orientarsi ed il rappresentare con disegni e parole. Attraverso le attività proposte, le conversazioni, le attività ludiche, il bambino comincia a capire l’importanza di guardare sempre meglio i fatti del mondo, confrontando le proprie idee con le idee proposte dagli adulti e dagli altri bambini.(*).”

  1. Acquisizione di un atteggiamento di tipo scientifico
  2. Sviluppo delle capacità di esplorazione e di sistemazione delle conoscenze
  3. Potenziamento della capacità di formulare ipotesi
  4. Acquisizione delle abilità di interpretazione della realtà e di intervento consapevole su di essa.
  5. Utilizzo consapevole del proprio corpo
  6. Maturazione di competenze di motricità fine e globale
  7. Autonomia nella cura della propria persona e degli oggetti personali di uso quotidiano
  8. Rispetto per l’ambiente ed acquisizione di un comportamento corretto nei confronti della natura e degli ambienti utilizzati giornalmente.

 

Il percorso scolastico, che si conclude a giugno, è suggellato da due momenti significativi che sottolineano lo spirito di apertura verso l’utenza che anima la nostra scuola:

  • “Scuola in festa”: festa di fine anno con le famiglie prevista nel mese di giugno. In tale occasione, saranno allestiti i padiglioni e l’area giardino con gli elaborati realizzati dai bambini. L’attività scolastica è prevista fino alle ore 13.20
  • “Andiamo in Prima Insieme” : le docenti accolgono solo gli alunni di cinque anni, potenziali compagni alla scuola primaria. L’obiettivo del progetto è volto alla conoscenza reciproca  e alla condivisione di una mattina (l’attività scolastica è prevista sino alle 13.20) che si snoda in un’area della scuola presso la quale, successivamente, consumare insieme il pranzo al sacco.